Implantologia

Previous
Next

impianti dentali

Gli impianti sono composti sostanzialmente da tre elementi:

  • la vite endossea, che funge da radice;
  • l’abutment (anche chiamato moncone), che, posto sopra la vite, diviene il supporto per la corona;
  • la protesi dentaria, ovvero la corona che sostituirà il dente andato perso (vedi protesi dentali).

Il trattamento di Implantologia non è un trattamento doloroso in quanto, al momento dell’inserimento dell’impianto dentale, al paziente viene fatta l’anestesia locale per ridurre ogni possibilità di disagio.

Nei giorni immediatamente successivi il paziente potrà avere del disagio dovuto alla fase di guarigione, facilmente controllabile con una posologia di antidolorifici ed antibiotici.

I principali trattamenti di implantologia sono:

  • Impianti endoossei
  • Implanto-protesi
  • Impianto a carico immediato

LA PROCEDURA STANDARD

La procedura di impianto prevede a seguito dell’estrazione della radice o dell’elemento dentale non più recuperabile, una attesa di circa 3 mesi affinchè la ferita guarisca e l’osso si rigeneri.

Una volta che i tessuti sono sani si può inserire l’impianto all’interno dell’osso tramite incisione nella gengiva, preparazione della sede con frese calibrate e posizionamento della fixture. Si completa suturando la gengiva e lasciando l’impianto sommerso. Per consentire la completa osteointegrazione dell’impianto, si dovrà attendere almeno 3 mesi.

Quando l’impianto si sarà completamente osteointegrato, si potrà riaprire l’impianto con una seconda piccola incisione e prendere l’impronta per far costruire il dente dall’odontotecnico.

IL CARICO IMMEDIATO

In alcuni casi, se i tessuti lo consentono, in assenza di condizioni di infezione o grave infiammazione, è possibile inserire l’impianto contestualmente all’estrazione del dente (impianto post-estrattivo) ed eventualmente caricarlo dopo pochi giorni con un dente in resina provvisorio (carico immediato) al fine di mantenere l’estetica e la funzione dei denti da estrarre senza il passaggio di protesi parziali rimovibili.

In alcuni soggetti si può verificare assenza di osso sufficiente a garantire la stabilità dell’impianto. In questo caso, verrà effettuato un ripristino mediante un intervento di rigenerazione ossea.

Il costo di un impianto dentale si aggira sui 1500€, ai quali si deve aggiungere l’eventuale rigenerazione ossea (tra i 600€ e gli 800€). Al prezzo finale si andrà ad aggiungere la corona, il cui costo varia a seconda del materiale utilizzato (vedi protesi dentali).

 

Domande frequenti

Clinica  Excellence Bari

L’implantologia rappresenta l’intervento di prima scelta in tutti coloro che mirano a riabilitare la propria funzione masticatoria e la propria estetica in modo definitivo. L’impianto a tutti gli effetti ricopre la funzione di una radice dentale, sia dal punto di vista biologico (non costringe a limare i denti sani adiacenti per posizionare un ponte tradizionale), sia estetico (in quanto il dente singolo in ceramica risulta indistinguibile dai denti vicini), sia meccanico (in quanto lavora singolarmente nei cicli masticatori), sia, in ultimo, igienico (in quanto può essere pulito con spazzolino e filo interdentale anche nei punti interprossimali tra un dente e l’altro).

Viene definita edentulia l’assenza completa di elementi dentari in un’arcata. L’implantologia permette anche a chi è edentulo e portatore di protesi totale di riottenere un’arcata fissa senza il disagio di un dispositivo rimovibile. Tramite le soluzioni “all-on-four” o “all-on-six” di moderna concezione, con l’inserimento di 4 o 6 impianti nell’osso mandibolare o mascellare (anche a seconda della quantità e qualità dell’osso residuo) si può confezionare protesicamente un’intera arcata fissa e definitiva a carico immediato).